HOME

Se si sogna da soli è solo un sogno, se si sogna insieme è la realtà che comincia.

 

...Nel diventare più maturo scoprirai che hai due mani, una per aiutare te stesso, l’altra per aiutare gli altri, e la misura di una vita ben spesa non sta in quanto è durata ma in quanto si è donato, per questo dopo il verbo “amare” il verbo “aiutare” resta il più bello del mondo...

 

 

Servizio Civile nella pubblica Assistenza A.S.A.D. PEGASO .

 

...La Pubblica assistenza A.S.A.D. PEGASO dall'anno 1998 con Codice NZ03932 è accredita all'albo degli enti di Serzio Civile Nazionale nella classe 4. Possono partecipare ai bandi di selezione dei volontari pubblicati nella G.U. ragazzi e le ragazze, di età compresa tra i 18 28 anni...

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE - 22 SETTEMBRE 2017 - PUBBLICAZIONE DEI SELEZIONATI - PENSARE DIVERSAMENTE

terminate le procedure selettive, pubblicato le graduatorie provvisorie dei candidati utilmente selezionati, nell’ambito dei posti disponibili, relativamente ai progetti contenuti nel Bando del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, scaduto lo scorso 26 giugno 2017.

*******************************************************

RELAZIONE SOCIALE

Chi non ha mai incontrato dei volontari e delle associazioni di volontariato difficilmente può immaginare l'impegno che viene richiesto. Spesso e volentieri ciascuno di noi utilizza senza saperlo il lavoro di volontari, “non li vede e nemmeno lo sa”. Infatti, le associazioni e i volontari raramente finiscono in televisione e sui giornali, ma sono quelli che “stanno dietro” e, nel caso dei volontari delle Pubbliche Assistenze, sono coloro che soccorrono le vittime di un incidente stradale,prestano le prime cure e i primi soccorsi e soprattutto trasportano il paziente nella struttura sanitaria più vicina … e il giorno dopo, sul giornale, è riportata la notizia dell'incidente e del lieto fine, tralasciando quello che “sta dietro”: i volontari, persone che scelgono per coscienza civica di impegnarsi in un compito così difficile. Questa relazione, oltre ad essere una guida ai servizi offerti dall'Associazione Pubblica Assistenza A.S.A.D. PEGASO, vuole essere anche un mezzo per fare conoscere il lavoro di organizzazione e gestione che viene svolto quotidianamente da persone che dedicano gratuitamente il loro tempo e le loro competenze. Vuole inoltre essere uno strumento di verifica della qualità dei servizi ed un impegno a migliorare il rapporto con l'utente nel segno della trasparenza e del rispetto dei diritti della persona. PRESENTAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE L'Associazione Pubblica Assistenza A.S.A.D. PEGASO” è attualmente costituita da un gruppo di circa 50 Volontari che da oltre 10 anni prestano servizio giornaliero sul territorio della Provincia Di Salerno e su quello dei comuni limitrofi. Nel lontano 1998 un gruppo di amici crea la A.S.A.D. PEGASO, un’associazione di volontariato di pubblica assistenza con lo scopo di occuparsi in maniera completa di disabili e di tutte le persone che avessero disagi di qualsiasi natura, anche psichici od economici. Da subito la A.S.A.D. PEGASO diviene promotore della collaborazione tra le Associazioni, riuscendo ad instaurare delle solide collaborazioni con le Associazioni di Protezione Civile e Pubblica Assistenza su tutto il territorio italiano. Oggi si sta lavorando per poter crescere come realtà in modo da poter offrire sempre di più a coloro che si rivolgono a noi in cerca di un aiuto concreto per superare gli ostacoli che ogni persona diversamente abile, ogni persona con problemi psichici o fisici, quotidianamente si trova a dover affrontare. Siamo sicuri che grazie alla nostra volontà di fare tanto e bene e grazie al sostegno di tutti coloro che si offriranno di aiutarci, riusciremo a raggiungere il nostro obiettivo creando un’Associazione che racchiuda in se tutti i requisiti per diventare un punto di riferimento per la collettività e che potrà contare su di un gruppo di volontari professionali e motivati. I nostri mezzi ed attrezzature di ultima generazione permettono di potere affrontare al meglio qualsiasi intervento ed o situazione di emergenza di protezione civile aib difesa ambiente e quanto altro contemplato tra le nostre attività. Le nostre ambulanze tutte classificate "A.L.S." (Advanced Life Support, cioè per soccorso medicalizzato) risultano idonee ad accogliere a bordo pazienti che necessitano di manovre rianimatorie urgenti, per le quali è indispensabile la presenza del medico. Tutti i nostri volontari sono, comunque, addestrati a compiere rianimazione secondo i criteri stabiliti dai protocolli "B.L.S." (Basic Life Support, cioè rianimazione cardio-polmonare), ed in possesso dell'abilitazione “B.L.S.D.” (Basic Life Support & Defibrillation) indispensabile per l'uso del defibrillatore semi-automatico (DAE). L’Associazione “A.S.A.D. PEGASO” è un’associazione di volontariato ai sensi della legge 266/91 ed è una Onlus (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale) ai sensi del decreto legislativo 460/97, che svolge la propria attività nel settore del soccorso sanitario. La Costituzione della Repubblica Italiana all’articolo 32 afferma: “La Repubblica tutela la salute come diritto fondamentale dell’individuo e della collettività e garantisce cure gratuite agli indigenti”; per tutelare questo diritto, l’associazione “A.S.A.D. PEGASO” basa il proprio impegno sui seguenti valori: Solidarietà: è alla base dello statuto fondativo della nostra associazione: solidarietà verso i pazienti e le famiglie, condividendo le aspettative di qualità del servizio, le esigenze e le difficoltà che si presentano nei momenti più difficili. Rispetto: è fondamentale nei rapporti con tutti coloro, cittadini, pazienti, istituzioni e colleghi, con cui entriamo in contatto nello svolgimento della nostra attività; questo ci aiuta a comprendere e supportare le persone nelle difficoltà senza mai esprimere giudizi. Uguaglianza: nella nostra attività non facciamo distinzione di status sociale, sesso, razza, religione nei pazienti che assistiamo e in coloro che entrano in contatto a qualsiasi titolo con la nostra associazione. Competenza e preparazione: attraverso la formazione di base e l'aggiornamento continuo sulle più attuali linee guida, tutti i volontari sono pronti allo svolgimento del servizio che ci viene richiesto, che richiede diligenza e capacità specifiche. Riservatezza: è nostro impegno mantenere la massima riservatezza su tutte le informazioni e personali di cui veniamo a conoscenza durante lo svolgimento del servizio. Spirito collaborativo: nessun volontario opera da solo; sostegno, affiatamento e coordinamento di squadra sono fondamentali nello svolgimento della nostra attività. Questo ci serve per aiutare i pazienti e per sostenere noi stessi durante le situazioni più critiche. STRUTTURA DI GOVERNO Gli “organi di governo” dell'Associazione, i cui compiti sono definiti dallo Statuto e dal Regolamento Generale, e sono: - Assemblea del soci attivi. - Consiglio Direttivo. - Presidente. L'Assemblea dei soci attivi è composta da tutti gli aderenti all'Associazione ed è presieduta dal Presidente o dal Vicepresidente; ha il compito di approvare i bilanci dell'Associazione e le relazioni del Consiglio Direttivo; ha la facoltà di modificare l'ammontare della quota associativa, le linee programmatiche dell'Associazione e apportare modifiche allo Statuto e al Regolamento dell'Associazione; può deliberare su tutti gli argomenti sottoposti alla sua approvazione. Si riunisce di norma su convocazione del Presidente, ma può essere convocata anche quando ne viene fatta domanda da un numero di associati che rappresentino almeno il 10 per cento del totale. L'Assemblea delibera a maggioranza più uno dei voti dei presenti, ma le modifiche allo Statuto devono essere approvate almeno dai 2/3 degli aderenti all'Associazione. Il Consiglio Direttivo è composto da tre membri, eletti dall'Assemblea tra i soci; il suo compito è quello di adottare tutti i provvedimenti necessari alla gestione dell'Associazione, compresa la stipula di contratti, convenzioni e accordi nel perseguimento degli obiettivi associativi; dura in carica per un periodo di cinque anni, ma può essere revocato dall'Assemblea con il voto della maggioranza più uno dei soci. Il Presidente è il legale rappresentante dell'Associazione e ne sottoscrive tutti gli atti e contratti stipulati. Deve essere socio attivo dell'Associazione dura in carica per un periodo di cinque anni, può essere rieletto, ma può essere revocato dall'Assemblea con il voto della maggioranza più uno dei soci. ORGANIZZAZIONE OPERATIVA L'organizzazione operativa viene gestita dai componenti del Consiglio Direttivo, a cui sono stati affidati specifici incarichi: - Vicepresidente. - Responsabile di sede. - Responsabile degli autisti. - Responsabile amministrativo. - Responsabile della tesoreria. - Responsabile della farmacia. - Responsabile della didattica. - Responsabile degli automezzi. - Responsabile del vestiario. - Responsabile dei rapporti con le Associazioni. - Responsabile dei servizi sportivi. - Responsabile o referente del personale infermieristico. - Responsabile Sanitario Per lo svolgimento di tali incarichi è previsto in caso di necessità l'affiancamento di volontari esterni al Consiglio Direttivo. Vicepresidente: sostituisce il Presidente nelle sue funzioni in caso di assenza o di impedimento. Responsabile di sede: si occupa dei rapporti tra i volontari e il Consiglio Direttivo, perché le varie necessità, di natura pratica o di chiarimento di situazioni, possano essere esaminate e risolte efficacemente. Responsabile degli autisti: si occupa della valutazione e soluzione di problemi che possono riguardare gli autisti, sia come aggiornamento delle procedure di conduzione degli automezzi, sia come svolgimento dei turni di servizio. Responsabile amministrativo: si occupa della gestione contabile e burocratica dell'Associazione. Responsabile della tesoreria: segue l'aspetto finanziario e collabora con il Responsabile amministrativo. Responsabile della farmacia: si occupa della gestione del materiale farmaceutico (ordine di materiale in esaurimento, smaltimento del materiale non più utilizzabile, ecc ...) e delle attrezzature, elettromedicali e non, presenti sugli automezzi. Responsabile della didattica: cura la preparazione dei programmi per i corsi per nuovi volontari e i corsi di aggiornamento per i volontari attivi, coerentemente con le linee guida del Centro di Formazione del 118. Responsabile degli automezzi: è il referente per tutti gli interventi che possono essere necessari per la corretta manutenzione e gestione degli automezzi. Responsabile del vestiario: si occupa di tutto quanto riguarda l'abbigliamento che i volontari devono indossare durante il servizio (richiesta di preventivi ai fornitori, ordine dei capi necessari, conservazione del materiale, fornitura ai volontari che ne fanno richiesta). Responsabile dei rapporti con le Associazioni: tiene i contatti con altre Associazioni come la nostra e con gli enti con cui ci relazioniamo quotidianamente nello svolgimento delle attività; cura le varie possibilità di ottenere contributi da enti pubblici e privati. Responsabile dei servizi sportivi: raccoglie le richieste che ci vengono rivolte per servizi di assistenza a gare sportive o manifestazioni pubbliche di vario genere, coordina i servizi gestendo la disponibilità degli automezzi e dei volontari. Responsabile o referente del personale infermieristico: coordina lo svolgimento dei turni degli infermieri nei turni di emergenza, in base alle disponibilità. Per agevolare la ripartizione dei turni di servizio i volontari sono divisi in quattro squadre, ognuna delle quali dovrebbe garantire la copertura dei turni di servizio di una settimana del mese; il controllo della completa copertura dei turni di servizio viene affidata ai Capisquadra, volontari che hanno dato la loro disponibilità per l'incarico. Tutti i ruoli sopra elencati sono svolti da volontari attivi come soccorritori. Alcuni incarichi sono raggruppati e svolti dalla stessa persona. La supervisione dell'attività dell'Associazione, nel suo aspetto sanitario, viene svolta dal Direttore Sanitario, un medico con il quale vengono elaborati dagli istruttori interni i programmi di formazione e aggiornamento per i volontari e che è punto di riferimento per quanto riguarda l'attrezzatura sanitaria che i volontari usano nello svolgimento dei servizi. LA NOSTRA RISORSA: I VOLONTARI Attualmente i volontari che svolgono abitualmente servizio come soccorritori in ambulanza sono 50, di cui 24 sono autisti; 26 soccorritori e sono tutti in possesso dell'attestato BLSD e dell'attestato PTC (Prehospital Trauma Care, ovvero metodica di approccio e trattamento del paziente traumatizzato in fase pre-ospedaliera). Gli istruttori, volontari che hanno seguito un corso di formazione presso i vari centri accreditati, sono 5. Ai volontari è richiesta l'effettuazione mensile nel servizio di almeno 2 turni per i soccorritori e 3 turni per gli autisti; questo è necessario sia per un'equa suddivisione dei turni, sia per mantenere un'adeguata pratica nel servizio. LA NOSTRA SEDE La nostra prima sede è stata in Via Dello Statuto 3 , dove adesso c’è la sede legale amministrativa, la nostra centrale operativa ed il parcheggio dei mezzi, poi ci siamo spostati nell’attuale sede di Piazzale Centola in uno stabile di proprietà dell’Amministrazione Comunale,. Il fabbricato è stato adattato alle nostre esigenze con il lavoro gratuito di molti volontari. La sede ci è stata concessa con un comodato d’uso illimitato. AUTOMEZZI E ATTREZZATURE La nostra Associazione dispone di 6 ambulanze per i servizi di emergenza e per i trasporti, di 3 auto-mediche che vengono utilizzate principalmente per il trasporto di sangue pazienti non allettati e dialisi, di 4 fuoristrada 4x4 per la protezione civile, 2 mezzi antincendio, 2 moduli idrogeologici ed attrezzature vario ordine e genere per varie attività di emergenza di protezione civile e non. La nostra associazione assolve a tutti gli obblighi normativi, come certificato dalle varie autorizzazioni rilasciate dagli organi competenti. Per poter garantire il controllo sugli automezzi, sulle attrezzature utilizzate, sul materiale farmaceutico e sanitario e sulla disinfezione e sanificazione, esistono protocolli interni. All'inizio di ogni singolo turno l'equipaggio, utilizzando una modulistica specifica (check list), controlla tutto il materiale e l'attrezzatura presente sui nostri veicoli, l'autista verifica l'efficienza meccanica dell'automezzo (avviamento del mezzo, segnalazioni luminose e acustiche, ecc.). La “check list” viene firmata da tutti i componenti dell'equipaggio e archiviata. Viene inoltre osservato un calendario per il controllo mensile della validità di tutto il materiale presente sugli automezzi; anche in questo caso vengono utilizzati moduli specifici che prevedono anche la pulizia e disinfezione del materiale controllato, delle attrezzature e di tutto il vano interno. Anche questi moduli sono firmati da tutti i componenti dell'equipaggio e archiviati. Il “responsabile degli automezzi” segue un calendario di controlli per garantire la perfetta funzionalità dei mezzi e limitare al massimo l'insorgere di inconvenienti meccanici; è comunque compito degli autisti segnalare tempestivamente qualsiasi problema. Dopo aver controllato gli automezzi, l'equipaggio deve verificare che il “locale disinfezione” (stanza adibita alla pulizia e disinfezione del materiale usato durante i servizi) e il “locale infetti” (stanza adibita alla custodia dei rifiuti speciali in attesa di smaltimento e della “teleria” che deve essere portata nella lavanderia specifica) siano in ordine e puliti; anche questo controllo è previsto dalla “check list”. Lo smaltimento dei rifiuti speciali è soggetto alle normative vigenti in materia. Per ogni singolo intervento vengono compilati rapporti sia interni, del servizio e il materiale utilizzato. L'osservanza di tutta questa serie di procedure comporta sicuramente un onere per i volontari, ma questo prezioso lavoro di controllo, come la specifica preparazione sanitaria, fa anch'esso parte dell'impegno che l'attività di soccorso richiede per poter essere di qualità. COSTO DELL'OPERA DI VOLONTARIATO Tutti i soci sono “volontari”, cioè nessuno percepisce compensi per l'opera che svolge; oltre all'attività svolta in ambulanza, protezione civile, anti incendio esiste il lavoro di gestione dell'ente che impegna molte persone in attività diverse. ORE IMPIEGATE PER LA GESTIONE TIPOLOGIA ORE ANNUALI (CALCOLO MEDIO ANNUALE) Presidente 2500 Vicepresidenti 2200 Responsabili di sede 2500 Responsabile autisti 1800 Responsabile amministrativo e tesoreria 2500 Responsabile farmacia e materiale sanitario 1000 Responsabile didattica 2000 Responsabile vestiario 1350 Responsabile automezzi 1600 Responsabile rapporti con le associazioni 1900 Responsabili servizi sportivi 2500 Referente del personale infermieristico 800 Capisquadra 1600 Istruttori e tutor 1462 Responsabile turni 900 Responsabile assistenza informatica 300 Segretario del Direttivo 900 TOTALE COMPLESSIVO 27812 Questa tabella rende l'idea del tempo che i volontari che fanno parte del Direttivo o hanno altri incarichi impiegano per svolgere le attività correlate alla gestione dell'ente. E' importante notare che tutte queste ore sono aggiuntive a quelle del servizio attivo in ambulanza. ONERI DEL VOLONTARIATO Ogni volontario per poter iniziare a svolgere il servizio deve essere formato e deve essere principalmente in grado di: – SAPERE; cioè saper identificare le principali condizioni cliniche che necessitano dell'applicazione del supporto di base ed avanzato. – SAPER FARE; cioè saper applicare l'esatto iter operativo necessario a trattare ogni singolo caso che può presentarsi durante il servizio. – SAPER ESSERE; cioè sapere di essere parte di una squadra e adattare il proprio comportamento a quello degli altri componenti dell'equipe al fine di eseguire con la maggiore efficacia possibile gli atti necessari allo svolgimento dell'intervento d'emergenza o non. La figura del “soccorritore” sta assumendo, sempre più, un ruolo professionale e di responsabilità, con una richiesta costante di maggiore preparazione, controllo delle proprie emozioni, capacità organizzativa e di tecnica manuale. Ogni nuovo volontario deve seguire un corso di formazione specialistico con un corso Primo Soccorso della durata di 70 ore a cui fa seguito un esame scritto e uno pratico per verificare la preparazione dello stesso. Inoltre, ogni anno ogni volontario deve seguire un corso di aggiornamento, suddiviso in più fasi, per un totale di 15 ore. Oltre all'impegno personale del volontario c'è anche un costo che l'associazione deve sostenere per ognuno; tutto il personale addetto alla guida dei nostri mezzi di emergenza ha svolto un corso di formazione specifico, la maggior parte dei volontari è in possesso dell'abilitazione BLSD, è stata stipulata un'assicurazione per gli infortuni e una di responsabilità civile verso terzi per danni conseguenti agli interventi. Inoltre ogni volontario deve avere un abbigliamento adeguato, a norma di legge, al tipo di servizio che deve svolgere. I volontari di turno si ritrovano nella sede dell'associazione, quindi anche i costi di gestione della sede sono a carico dell'ente, come lo sono quelli dell'organizzazione del servizio. Altra voce importante di questi costi è la manutenzione degli automezzi, delle attrezzature e l'acquisto del materiale sanitario, tutte spese che devono essere sostenute dall'associazione. COSTO DELVOLONTARIO TIPOLOGIA COSTO IMPORTO Assicurazioni € 45,00 Corsi di formazione e aggiornamento € 30,00 Corsi di formazione esterni BLSD € 80,00 RETRAINING € 40,00 PTC € 110,00 Abbigliamento tecnico € 206,00 TOTALE COMPLESSIVO € 511,00 Questa tabella specifica le varie spese che l'associazione sostiene per ogni volontario che presta servizio. Le spese per i corsi di formazione e di aggiornamento prevedono solo il costo delle dispense, dei manifesti e dell'affitto sale per svolgere i corsi, non vi sono spese per gli istruttori perché essi sono dei volontari formati (a spese dell'associazione) che non percepiscono nessun compenso per le ore che dedicano alla preparazione dei volontari. I NOSTRI SERVIZIATTIVITA' SVOLTA E RISPOSTA AI BISOGNI SOCIALI SUL TERRITORIO La nostra associazione opera giornalmente su tutto il territorio della Provincia di Salerno ma spesso anche oltre regione offrendo questi servizi: ● servizio di urgenza ed emergenza ● trasporti sanitari ambulanza ● assistenza sanitaria a manifestazioni sportive, fiere, sagre ed eventi di massa ● trasporti con auto-medica ● teleassistenza ● corsi di primo soccorso ed educazione sanitaria ● protezione civile ● servizio A.I.B. ● servizio civile nazionale Servizio di urgenza ed emergenza: coordinato dalla nostra centrale, ed attivati da enti preposti, il servizio è utilizzabile per qualsiasi emergenza o urgenza sanitaria di massa cioè per calamità, incidenti, e qualsiasi altra situazione si suppone necessiti di assistenza sanitaria. Il servizio viene svolto h24 Trasporti sanitari ambulanza: coordinati dalla nostra centrale per trasporti di persone inferme, con problemi di deambulazione o con particolari patologie che necessitano di assistenza sanitaria: – per ricoveri programmati – per visite e consulenze ospedaliere – per trasferimenti da struttura a struttura (ospedali e case di cura) – per dimissioni da ospedali e case di cura – per servizi di trasporto non urgenti a carico di privati Assistenza sanitaria a manifestazioni sportive, fiere, sagre ed eventi di massa: viene svolto su richiesta degli organizzatori; oltre ai volontari, se la natura dell'evento lo richiede, può essere presente personale sanitario (infermiere o medico). Trasporti con auto-medica: vengono effettuati trasporti di sangue, pazienti che non necessitano di ambulanza, e dializzati. Teleassistenza: è un servizio 24 ore su 24 che garantisce ai nostri assistiti – in caso di bisogno - la sicurezza di poter reperire in maniera rapida e semplice un medico o un altro tipo di aiuto (polizia, vigili del fuoco, soccorritori amici), offrendo anche ascolto e sostegno emotivo. Corsi di primo soccorso ed educazione sanitaria: il servizio è a disposizione dell'intera cittadinanza. Vengono proposti corsi di formazione sul primo soccorso (destinati a formare soccorritori di ambulanza), corsi di formazione sul primo soccorso (elementi di base) rivolti a scuole e associazioni presenti sul territorio, corsi nelle aziende per formare i lavoratori in materia di sicurezza sul lavoro. Protezione civile: il servizio viene attivato in caso di eventi calamitosi, emergenze di massa, ed in tutte quelle situazioni in cui vi è necessità di garantire sicurezza a tutela di uomini, animali e cose. Servizio A.I.B.: il servizio è attivato in caso di incendi boschivi o a tutela di situazioni in cui vi è rischio di incendi. Il personale è altamente qualificato e viene selezionato dopo corsi di formazioni specifici. Servizio Civile: la nostra struttura è iscritta nella Sezione dell’Albo regionale degli Enti di Servizio Civile Nazionale ed aderisce a Garanzia Giovani CONCLUSI, IN CORSO, FUTURI Si tende a precisare che tutti i corsi di formazione rivolti alla popolazione sono svolti a titolo gratuito dai nostri volontari istruttori e dal personale infermieristico che abitualmente collabora con noi; ai partecipanti non viene chiesto nessun contributo o rimborso spese. PRINCIPALI PROGETTI CONCLUSI 2006 Progetto “SOS PUGLIANO” Approvato Dal Comune Di Montecorvino Pugliano (SA) Destinato alle fasce di categorie sociali deboli, del comune di Montecorvino Pugliano (SA), il progetto “ APOLLO ” è stato pensato e pianificato in modo da poter essere un valido strumento di aiuto per tutti i cittadini, che si trovavano costretti a sobbarcarsi costi per trasporti e/o assistenze socio/sanitarie, che seppur giustificabili, comunque di una certa entità, non sempre sostenibili, ma talvolta di vitale importanza per chi ne ha fatto richiesta 2006/2007 Progetto “PASQUA SERENA” Regione Campania Questo progetto in collaborazione con il settore protezione civile della Regione Campania sviluppato per la prevenzione e messa in sicurezza dei cittadini che in occasione delle festività Pasquali erano sulle principali arterie stradali. 2007 Progetto “PERCORSI PSICOMOTORI” Approvato Direzione Didattica Statale Mont. Pugliano Questo progetto poneva l’intervento psicomotorio come obiettivo primario per favorire la coscienza di se e l'interazione con gli altri, favorendo lo sviluppo della personalità dei bambini. Il corpo viene usato come strumento di conoscenza, comunicazione e socializzazione. 2009 Progetto “AMBULANZA TIPO A” Approvato Da Provincia Di Salerno Questo progetto, nato dalla necessità di dotare la nostra nuova ambulanza di strumenti che rispondano nel migliore dei modi alle esigenze dei pazienti e dei volontari, si è concluso ed è stato possibile acquistare presidi e apparecchi elettromedicali all'avanguardia e di ultima generazione. 2009 Progetto “AIB” Approvato dal Dipartimento Della protezione Civile Nazionale Questo progetto ha avuto come scopo l’acquisto progettazione ed allestimento di un mezzo Antincendio secondo le tecniche più moderne. Il mezzo in questione allestito secondo criteri razionali ha reso possibile l’autonomia anche su territori impervi quali sono quelli boschivi, grazie alla disponibilità dei 5 posti ha reso possibile anche lo spostamento di una intera squadra operativa anche al di fuori del discorso prettamente AIB. Inoltre la presenza di un gancio di traino e di un verricello elettrico fa di questo mezzo così allestito un mezzo completo ed adatto alle più disparate situazioni d’intervento, capace di operare in eventuali emergenze su tutto il territorio Nazionale. 2010 Progetto “CAMPO CHIAMA BASE” Fondazione Con Il Sud Questo progetto svolto come partenariato in collaborazione con nucleo protezione civile di Bellizzi, ha avuto come scopo di migliorare le capacità e le competenze dei volontari; informare e formare i giovani Sulle attività svolte dalla rete attraverso la realizzazione di un campo scuola: sensibilizzare ed informare il territorio sulle attività del programma attraverso dei campi estivi. Altresì l’avvio anche di un campo scuola di Protezione Civile aperto ai ragazzi più grandi della scuola media per informarli e formarli sulla Protezione Civile e sulle attività ad essa legate. Il rafforzamento del network tra le associazioni coinvolte nel progetto ha garantito inoltre il miglioramento della qualità dei servizi formativi, potendo ottimizzare le risorse disponibili. 2011 Progetto “APOLLO” Approvato Comune Pontecagnano Faiano Destinato alle fasce di categorie sociali deboli, del comune di Pontecagnano Faiano (SA) , il progetto “ APOLLO ” è stato pensato e pianificato in modo da poter essere un valido strumento di aiuto per tutti i cittadini, che si trovavano costretti a sobbarcarsi costi per trasporti e/o assistenze socio/sanitarie, che seppur giustificabili, comunque di una certa entita’, non sempre sostenibili, ma talvolta di vitale importanza per chi ne ha fatto richiesta 2012/2013 Campagna Nazionale “IO NON RISCHIO” Dipartimento Protezione Civile Nazionale La nostra associazione ha partecipato sotto la direzione del ministero della protezione civile nazionale alla campagna nazionale di informazione io non rischio. Essa ha avuto lo scopo di promuovere la cultura di prevenzione fornendo ai cittadini, attraverso i volontari di protezione civile, nozioni sulla prevenzione dei rischi degli eventi sismici e su maremoto. 2013/2015 Progetto “BALDER” Patrocinato dal Comune Pontecagnano Faiano Tale progetto finalizzato alla sensibilizzazione della cittadinanza alla conoscenza delle pratiche di salvaguardia e soccorso - fondamentali per la formazione personale - e della figura stessa del volontario, presente in casi sia di scarsa che di grave emergenza; a incoraggiare le associazioni del territorio campano e gli enti ad una collaborazione costruttiva per migliorare la vivibilità e la sicurezza generale dei luoghi pubblici. 2015 Progetto “INSIEME SI PUO’” Fondazione Con Il Sud 2015 Questo progetto svolto come partenariato in collaborazione con nucleo protezione civile di Bellizzi, Il Programma si è proposto di stimolare l’attivismo civico degli adolescenti, autoctoni e migranti di seconda generazione, e di promuovere la cultura della protezione civile e dell’auto protezione. Sono state previste attività di formazione per 100 volontari attinenti al primo soccorso, BLSD, radio comunicazione, guida fuoristrada, soccorso speleo/alpino/fluviale, monitoraggio idrogeologico ed attività didattica di evacuazione, rischio sismico, boschivo e idrogeologico per più di 2.000 minori. Sono inoltre stati realizzati 2 campi scuola dove sono statii impiegati 60 ragazzi in attività ambientali, di escursione, di protezione civile e di gestione del campo. 2015/2016 Progetto “SUBERABILMENTE” Servizio Civile Nell’ambito Di Garanzia Giovani Il progetto si propone di promuovere e favorire una cultura del rispetto e della solidarietà nei confronti delle persone diversamente abili. Il progetto mira a fornire una utile azione di supporto e sostegno, al fine di favorire l’autonomia fisica e psicologica, la socializzazione e l’integrazione delle persone diversamente abili. L’obiettivo è fornire strumenti, teorici e pratici, per permettere di vivere in modo quanto più autonomo possibile, soprattutto in vista di un futuro in cui non sempre il nucleo familiare, laddove presente ed attivo, possa essere di riferimento. 2016/2017 Progetto “AMICI SOLIDALI” Servizio Civile Nell’ambito Di Garanzia Giovani Amici Solidali” prevede attività utili a garantire l’autonomia personale a soggetti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente invalidanti e/o in fase terminale favorendo l’attuazione dei diritti umani, civili e sociali di tali soggetti ed equiparandone la posizione sociale in ogni ambito della vita quotidiana sociale e culturale. 2016/2017 Progetto “INSIEME PER TE” Servizio Civile Nell’ambito Di Garanzia Giovani “Insieme per te” prevede attività aggregative atte recuperare giovani e giovanissimi costretti a vivere in condizioni socio economiche disagiate favorendo l’attuazione dei diritti umani, civili e sociali di tali soggetti ed equiparandone la posizione sociale in ogni ambito della vita quotidiana sociale e culturale. 2016 ASSEGNAZIONE MEZZO RANNER POLIVALENTE L’associazione A.S.A.D. PEGASO ONLUS, svolge da anni servizio di A.I.B., in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato, ed in convenzione con il settore Protezione Civile della Regione Campania, con controlli, monitoraggio del territorio, avvistamento e spegnimento incendi. Per tale ragione la Protezione Civile della Regione Campania assegna alla nostra struttura un RANNER POLIVALENTE, dandoci la possibilità di potere disporre di più mezzi ed attrezzature per controllare un territorio più vasto cercando di ridurre i tempi di intervento, limitando così i danni quanto più possibili. PROGETTI IN CORSO 2016/2017 Progetto “SUBERABILMENTE 2015” Servizio Civile Nazionale Il progetto si propone di promuovere e favorire una cultura del rispetto e della solidarietà nei confronti delle persone diversamente abili. Il progetto mira a fornire una utile azione di supporto e sostegno, al fine di favorire l’autonomia fisica e psicologica, la socializzazione e l’integrazione delle persone diversamente abili. L’obiettivo è fornire strumenti, teorici e pratici, per permettere di vivere in modo quanto più autonomo possibile, soprattutto in vista di un futuro in cui non sempre il nucleo familiare, laddove presente ed attivo, possa essere di riferimento CONVENZIONI Numerose convenzioni già in essere stipulate tra le altre con Regione Campania Settore Protezione Civile, Provincia di Salerno (Sa), Comune di Pontecagnano Faiano, Comune Montecorvino Pugliano, Garanzia Giovani, Servizio Civile Nazionale, Amesci, Guardia di Finanza Regione Campania e Regione Basilicata, FIGC Campania, Circuito del Sele, Circuito Internazionale Di Napoli, ACSI Salerno, ASC, Poligono Shooting range, 4 x 4 System-Rary Nantes, inoltre è referente per la Regione Campania per la Prociv Italia, referente per la Regione Campania per La Federazione Italiana Soccorso Veterinario, è associazione costituente la consulta delle associazioni di Pontecagnano Faiano. CONCLUSIONI Tutti noi volontari crediamo fortemente nei principi che ci guidano nel nostro operato all'interno dell'associazione, in particolare solidarietà, rispetto e uguaglianza, operando con forte spirito collaborativo, sempre nella riservatezza e premura nei confronti delle persone che andiamo a soccorrere. Una associazione come la nostra riesce a sopravvivere, migliorarsi, crescere, impegnarsi a favore di tutti coloro che si trovano in un momento di difficoltà se incontra nel proprio cammino persone generose che ne sostengono i bisogni, persone sensibili che contribuiscono, anche economicamente, all'operato della stessa. *******************************************************

A.S.A.D PEGASO 089/201382